A scuola di autonomie

A scuola, in molti paesi europei si possono seguire lezioni di “autonomia” per allievi in difficoltà. Vedi, per esempio, i percorsi formativi del life skills nel Regno Unito. Da noi questo non può succedere: la nostra scuola, infatti, non offre nessuno spazio istituzionalmente visibile all’insegnamento delle “autonomie”. Anche se, nel concreto, magari qualche insegnante, che opera con allievi che presentano qualche difficoltà di apprendimento, “qualcosa” fa anche in questa direzione, ma il tutto volontariamente, senza avere acquisito alcuna formazione specifica nei percorsi universitari.
Associazione élève onlus ha voluto far emergere il lavoro sommerso di questi insegnanti; dargli dignità didattica, una struttura e uno scopo ben definiti. Senza autonomie non ha senso alcun “progetto di vita”.
Il Convegno odierno, il quinto della nostra tradizione, tratterà dunque del vasto e difficile problema delle “autonomie”, presente nel Progetto Educativo di molti bambini/ragazzi con BES (Bisogni Educativi Speciali). Dopo gli interventi dei qualificati relatori che provengono dal mondo della Sanità, ci sarà lo spazio per presentare e distribuire il quinto volume della collana Educazione Speciale, dedicato appunto a questo tema.

BES: dalla scuola alla società

Che cosa accade quando la scuola finisce? Per molti giovani con disabilità la risposta è quasi sempre: restare in famiglia. 
Incapacità della scuola, che ai bisogni educativi speciali ha dato una risposta incongrua o inadeguata, stretta nella morsa del modello italiano di inclusione? 
Errore strategico dei genitori, che hanno scelto un percorso educativo ambizioso ma vano? Oppure è il contesto produttivo del nostro paese che non è ancora all’altezza di una società in profondo e veloce cambiamento. 
Il convegno proverà ad accennare alcune possibili risposte. Come,per esempio, accrescere le abilità relazionali attraverso un processo progressivo di apprendimento. Come sfruttare le autonomie conquistate in funzione della partecipazione alla vita della comunità e di un lavoro futuro.
Al termine della giornata sarà presentato e distribuito il sesto volume che completa la collana Educazione speciale.

Slides dei relatori

Video

Vai all'inizio della pagina